Ravenna20

GIARDINI&TERRAZZI – VERDE RAVENNA 2020,

25-26-27 settembre

Nelle Piazze del Centro Storico e adiacenze

 

La manifestazione ravennate 2020 dedicata al verde, nonché al vivere all’aria aperta, giunge alla VIII° edizione annuale con la rassegna merceologica, culturale e l’esposizione nelle centrali Piazza del Popolo, Piazza Garibaldi,  Piazza Kennedy, Piazza San Francesco, Via Ricci e adiacenze.
Giardini & Terrazzi Verde Ravenna si rivolge a un vasto pubblico di appassionati e professionisti di giardinaggio e del vivere all’aria aperta e della cura del verde, del florovivaismo, degli arredi ed accessori d’interni e artigianato artistico, divenendo anche momento di attrazione per il turismo tematico di fascia medio alta, con una positiva ricaduta di immagine sulla città. Gli espositori coinvolti, prioritariamente aziende del territorio, propongono una vasta gamma di piante e fiori da collezione, rose profumate (antiche e moderne), ciclamini, piante aromatiche, alberi da frutto rari, piante grasse, bonsai, bulbi e tuberi di fiori, e molto altro ancora. I visitatori avranno anche a disposizione una ampia proposta di arredi da giardino, complementi d’arredo, macchine ed attrezzature per la casa e il giardino, tessuti e prodotti artigianali.Informazioni e contatti

Una interpretazione di alcuni giardini e terrazzi, realizzati da architetti e progettisti del verde, di provenienza nazionale e insediati in piazza del Popolo, piazza Garibaldi, piazza Kennedy e Piazza San Francesco, consentirà di valutare e apprezzare le più innovative soluzioni tecniche ed estetiche per l’allestimento di spazi verdi e outdoor.
Un articolato calendario culturale di mostre, conferenze e presentazioni in tema, coinvolgerà gli interessati in un percorso articolato nei luoghi topici di Giardini & Terrazzi – Verde Ravenna.
In evidenza la rassegna Green Thoughts, momento della quarta edizione di “Appunti per un Terzo Paesaggio”, il progetto in più azioni ideato da Rete Almagià , sostenuto dalla Regione Emilia Romagna e che nasce come riflessione intorno all’idea contemporanea verde e del paesaggio, allargando lo sguardo sulle arti visive, sulla produzione ”verde” del territorio ravennate ed accogliendo parole e riflessioni intorno alla relazione tra l’uomo e la natura in chiave ecosistemica e multidisciplinare.
In piazza Kennedy e Palazzo Rasponi verranno allestiti una serie di momenti di animazione:
1 – micro happening di danza contemporanea più musica dal vivo;

2 – qualche Dialogo del Terzo Paesaggio, un format agile di public audience per Appunti per un terzo paesaggio…una chiacchierata a due all’aria aperta per strada con sedute, con un soggetto portatore di una audience, di 30/50 persone, su temi attinenti a cultura, arte, sostenibilità…
 
3 – una grande installazione verde sovversiva partecipata con giovani artisti ( accademia e liceo artistico, green guerriglieri di ogni età…potrebbe essere fatta una call ad hoc per chiamarli all’opera) che attraversi la piazza sino a Palazzo Rasponi creando una continuità espositiva. L’idea è di interrompere lo spazio normativo di Piazza Kennedy con una grande  finta crepa nel pavimento dalla quale irrompa il verde, come una rivoluzione ( anche questo è un format di appunti per un Terzo Paesaggio, declinato ogni anno in modo diverso), verde di green erboso ma anche zolle di terra con erbacce, fiori…la biodiversità che irrompe e spezza lo spazio normativo. Bene se accolgono l’invito alcuni espositori, sempre però in ottica di public art collettiva. Le zolle, una volta finito l’evento vanno riportate al loro posto. Si prende in prestito soltanto la natura.
Tutto questo intercetta quelle che sono le idee sul green street food in piazza, in modo da creare un ritorno per gli espositori e i pubblici esercizi in sede fissa, presenti nella piazza.
 
Tra le iniziative a corollario, confermato il circuito dei ristoranti e pubblici esercizi che propongono portate e pranzi a base di fiori e piante. Rose, violette, calendule e lavanda. Dal giardino alla cucina, il passo è breve. La gastronomia floreale, cioè la cucina a base di fiori, si candida a diventare una delle tendenze gastronomiche più originali della prossima stagione. Eppur, lanciando uno sguardo al passato si scopre che qualcuno l’aveva già inventata, secoli fa. Gli antichi Romani, infatti, usavano coloratissime rose e viole per decorare le pietanze più elaborate e insaporivano carni e insalate con un’originale “vinaigrette” ante litteram preparata con fiori di calendula e aceto. L’imperatore Carlo Magno subiva, a quanto pare, la suggestione del vino aromatizzato al garofano, mentre i guerrieri Celti, prima di andare in battaglia, assumevano – per farsi coraggio – diversi calici di vino alla borraggine (studi recenti hanno messo in evidenza che questa pianta stimola, realmente, la produzione di adrenalina). Facendo un salto avanti nel tempo, fino all’Inghilterra governata dalla regina Elisabetta, si scopre invece che gli stufati di frutta venivano profumati con le primule, mentre in epoca Vittoriana la più ambita delle golosità era rappresentata dalle violette candite, avvolte in croccanti e molteplici veli di zucchero. Quando si pensa ai fiori commestibili, però, si immagina solitamente un piatto di rose, crisantemi o tulipani, ma non bisogna dimenticare che anche cavolfiori, capperi, fiori di zucca e carciofi, onnipresenti sulle nostre tavole, non sono altro che saporitissime infiorescenze.

Risultati Attesi: riteniamo che Giardini & Terrazzi – Verde Ravenna possa rappresentare un momento di forte richiamo per tutti gli appassionati di giardinaggio, consumatori amanti e praticanti del giardinaggio e interessati, a diverso titolo, alla gestione di spazi all’aria aperta, oltre che per un target invece più professionale di cui fanno parte dirigenti e tecnici delle amministrazioni locali, imprese, strutture turistico-ricettive, fioristi e utilizzatori professionali in genere.
Una ampia affluenza di pubblico potrebbe rappresentare un momento di forte valorizzazione per tutta la città e per tutte le aziende che, a diverso titolo, si occupano di ospitalità.
Inoltre, con l’iniziativa “Verde Creativo”, florovivaisti, progettisti, architetti del verde e paesaggisti realizzeranno un prototipo di spazi verdi, piccoli giardini o terrazzi a tema libero, grazie ad un team di allestitori e fornitori qualificati. Queste realizzazioni, che arricchiscono la manifestazione, possono anche, in un secondo tempo, restare sul territorio come momento di valorizzazione di spazi cittadini esistenti e non.

Informazioni e contatti

DA.RI srl Sede Legale: via Ferrarese 156/22 40128 Bologna

Tel.(+39)051.86.31.92 – FAX (+39)051.86.20.45

Sede operativa: Centergross, Funo di Argelato (BO) – Italy Blocco 1B Galleria B, N° 179

COMUNICATO STAMPA GIARDINI&TERRAZZI

 

   

Mostra Mercato Piante e fiori | Giardini & Terrazzi

Ravenna20

GIARDINI&TERRAZZI – VERDE RAVENNA 2020,

25-26-27 settembre

Nelle Piazze del Centro Storico e adiacenze

 

La manifestazione ravennate 2020 dedicata al verde, nonché al vivere all’aria aperta, giunge alla VIII° edizione annuale con la rassegna merceologica, culturale e l’esposizione nelle centrali Piazza del Popolo, Piazza Garibaldi,  Piazza Kennedy, Piazza San Francesco, Via Ricci e adiacenze.
Giardini & Terrazzi Verde Ravenna si rivolge a un vasto pubblico di appassionati e professionisti di giardinaggio e del vivere all’aria aperta e della cura del verde, del florovivaismo, degli arredi ed accessori d’interni e artigianato artistico, divenendo anche momento di attrazione per il turismo tematico di fascia medio alta, con una positiva ricaduta di immagine sulla città. Gli espositori coinvolti, prioritariamente aziende del territorio, propongono una vasta gamma di piante e fiori da collezione, rose profumate (antiche e moderne), ciclamini, piante aromatiche, alberi da frutto rari, piante grasse, bonsai, bulbi e tuberi di fiori, e molto altro ancora. I visitatori avranno anche a disposizione una ampia proposta di arredi da giardino, complementi d’arredo, macchine ed attrezzature per la casa e il giardino, tessuti e prodotti artigianali.Informazioni e contatti

Una interpretazione di alcuni giardini e terrazzi, realizzati da architetti e progettisti del verde, di provenienza nazionale e insediati in piazza del Popolo, piazza Garibaldi, piazza Kennedy e Piazza San Francesco, consentirà di valutare e apprezzare le più innovative soluzioni tecniche ed estetiche per l’allestimento di spazi verdi e outdoor.
Un articolato calendario culturale di mostre, conferenze e presentazioni in tema, coinvolgerà gli interessati in un percorso articolato nei luoghi topici di Giardini & Terrazzi – Verde Ravenna.
In evidenza la rassegna Green Thoughts, momento della quarta edizione di “Appunti per un Terzo Paesaggio”, il progetto in più azioni ideato da Rete Almagià , sostenuto dalla Regione Emilia Romagna e che nasce come riflessione intorno all’idea contemporanea verde e del paesaggio, allargando lo sguardo sulle arti visive, sulla produzione ”verde” del territorio ravennate ed accogliendo parole e riflessioni intorno alla relazione tra l’uomo e la natura in chiave ecosistemica e multidisciplinare.
In piazza Kennedy e Palazzo Rasponi verranno allestiti una serie di momenti di animazione:
1 – micro happening di danza contemporanea più musica dal vivo;

2 – qualche Dialogo del Terzo Paesaggio, un format agile di public audience per Appunti per un terzo paesaggio…una chiacchierata a due all’aria aperta per strada con sedute, con un soggetto portatore di una audience, di 30/50 persone, su temi attinenti a cultura, arte, sostenibilità…
 
3 – una grande installazione verde sovversiva partecipata con giovani artisti ( accademia e liceo artistico, green guerriglieri di ogni età…potrebbe essere fatta una call ad hoc per chiamarli all’opera) che attraversi la piazza sino a Palazzo Rasponi creando una continuità espositiva. L’idea è di interrompere lo spazio normativo di Piazza Kennedy con una grande  finta crepa nel pavimento dalla quale irrompa il verde, come una rivoluzione ( anche questo è un format di appunti per un Terzo Paesaggio, declinato ogni anno in modo diverso), verde di green erboso ma anche zolle di terra con erbacce, fiori…la biodiversità che irrompe e spezza lo spazio normativo. Bene se accolgono l’invito alcuni espositori, sempre però in ottica di public art collettiva. Le zolle, una volta finito l’evento vanno riportate al loro posto. Si prende in prestito soltanto la natura.
Tutto questo intercetta quelle che sono le idee sul green street food in piazza, in modo da creare un ritorno per gli espositori e i pubblici esercizi in sede fissa, presenti nella piazza.
 
Tra le iniziative a corollario, confermato il circuito dei ristoranti e pubblici esercizi che propongono portate e pranzi a base di fiori e piante. Rose, violette, calendule e lavanda. Dal giardino alla cucina, il passo è breve. La gastronomia floreale, cioè la cucina a base di fiori, si candida a diventare una delle tendenze gastronomiche più originali della prossima stagione. Eppur, lanciando uno sguardo al passato si scopre che qualcuno l’aveva già inventata, secoli fa. Gli antichi Romani, infatti, usavano coloratissime rose e viole per decorare le pietanze più elaborate e insaporivano carni e insalate con un’originale “vinaigrette” ante litteram preparata con fiori di calendula e aceto. L’imperatore Carlo Magno subiva, a quanto pare, la suggestione del vino aromatizzato al garofano, mentre i guerrieri Celti, prima di andare in battaglia, assumevano – per farsi coraggio – diversi calici di vino alla borraggine (studi recenti hanno messo in evidenza che questa pianta stimola, realmente, la produzione di adrenalina). Facendo un salto avanti nel tempo, fino all’Inghilterra governata dalla regina Elisabetta, si scopre invece che gli stufati di frutta venivano profumati con le primule, mentre in epoca Vittoriana la più ambita delle golosità era rappresentata dalle violette candite, avvolte in croccanti e molteplici veli di zucchero. Quando si pensa ai fiori commestibili, però, si immagina solitamente un piatto di rose, crisantemi o tulipani, ma non bisogna dimenticare che anche cavolfiori, capperi, fiori di zucca e carciofi, onnipresenti sulle nostre tavole, non sono altro che saporitissime infiorescenze.

Risultati Attesi: riteniamo che Giardini & Terrazzi – Verde Ravenna possa rappresentare un momento di forte richiamo per tutti gli appassionati di giardinaggio, consumatori amanti e praticanti del giardinaggio e interessati, a diverso titolo, alla gestione di spazi all’aria aperta, oltre che per un target invece più professionale di cui fanno parte dirigenti e tecnici delle amministrazioni locali, imprese, strutture turistico-ricettive, fioristi e utilizzatori professionali in genere.
Una ampia affluenza di pubblico potrebbe rappresentare un momento di forte valorizzazione per tutta la città e per tutte le aziende che, a diverso titolo, si occupano di ospitalità.
Inoltre, con l’iniziativa “Verde Creativo”, florovivaisti, progettisti, architetti del verde e paesaggisti realizzeranno un prototipo di spazi verdi, piccoli giardini o terrazzi a tema libero, grazie ad un team di allestitori e fornitori qualificati. Queste realizzazioni, che arricchiscono la manifestazione, possono anche, in un secondo tempo, restare sul territorio come momento di valorizzazione di spazi cittadini esistenti e non.

Informazioni e contatti

DA.RI srl Sede Legale: via Ferrarese 156/22 40128 Bologna

Tel.(+39)051.86.31.92 – FAX (+39)051.86.20.45

Sede operativa: Centergross, Funo di Argelato (BO) – Italy Blocco 1B Galleria B, N° 179

COMUNICATO STAMPA GIARDINI&TERRAZZI